La scomparsa di Raffaele Licinio

È scomparso il prof. Raffaele Licinio, un prezioso collaboratore del nostro sito, ma soprattutto un caro amico. Tra i più importanti medievisti italiani, profondo conoscitore del periodo Normanno-Svevo, Licinio non ha mai perso occasione per contribuire all’arricchimento culturale del nostro territorio, della Puglia. Autore di numerose pubblicazioni, ordinario di storia medievale all’Università degli Studi di Bari, si era da subito appassionato al nostro progetto di portare la storia medievale nella grande rete e tanti sono i momenti in cui ci ha onorato con la sua presenza, la sua schiettezza e le sue impeccabili analisi, che ricorderemo per sempre.
Attento osservatore, brillante saggista, Licinio ha guidato generazioni di studenti con il suo straordinario esempio. Mancherà alla comunità accademica italiana, così come a noi tutti.
Ha fondato e ha diretto con numerosi collaboratori i siti: www.storiamedievale.net, www.mondimedievali.net, www.cinemedioevo.net.
 
Ciao caro Raffaele amico sincero e maestro, ci mancheranno i tuoi consigli, la tua saggezza, la tua ironia, il tuo alto senso di democrazia. Sei stato una guida e un faro per gli appassionato della storia medievale.
Foggia 4 febbraio 2018
Alberto Gentile e la redazione del sito stupormundi.it
 
Di seguito alcune foto, prese dal nostro archivio, che ritraggono il prof. Raffaele Licinio.
 
 
 
 
 
Barletta 2002 - Giornate normanno-sveve
Barletta 2002 - giornate nornanno-sveve
 
Innsbruck 15 aprile 2005 L'eredità di Federico II – dalla storia al mito, dalla Puglia al Tirolo Das Erbe Friedrichs II. – Von der Geschichte zum Mythos, von Apulien bis Tirol

Innsbruck 15 aprile 2005 - L'eredità di Federico II – dalla storia al mito, dalla Puglia al Tirolo

Das Erbe Friedrichs II. – Von der Geschichte zum Mythos, von Apulien bis Tirol

Innsbruck 15 aprile 2005

Innsbruck - 15 aprile 2005. Raffaele Licinio con Gianluca Lovreglio, Lucia Angelica Buquicchio e Marco Brando.

 

castel del Monte 2009

Castel del Monte - 2003 Raffaele Licinio insieme a Vito Bianchi.