Attualità

Localizzata a Foggia l'area della Domus Pantani

Localizzata a Foggia l'area della Domus Pantani di Federico II
Il Dipartimento di Scienze Umane dell'Università di Foggia comunica che nel corso delle ricerche archeologiche in svolgimento da parte dell'Università di Foggia, sotto la direzione del Prof. Giuliano Volpe, ordinario di archeologia tardoantica e Direttore del Dipartimento di Scienze Umane, e del Prof. Pasquale Favia, Docente di Archeologia medievale, è stato possibile localizzare il sito della celebre "domus pantani", la casa di caccia preferita dall'Imperatore Federico II di Svevia per le sue battute di caccia.
 

Intrigo a corte: anzi, nel sarcofago!

Intrigo a corte: anzi, nel sarcofago!
Quando nell’autunno del 1994, nella cripta del duomo di Andria, furono aperti i cofani che, secondo alcune fonti medievali, avrebbero dovuto contenere i resti mortali di Jolanda di Brienne e di Isabella d'Inghilterra — seconda e terza moglie di Federico II di Svevia — lo stupore fu grande. (vedi: le quattro mogli di Federico II)
 

Novità sull'apertura del sarcofago di Enrico VII

Novità sull'apertura del sarcofago di Enrico VII
 
Enrico VII re di Germania (? 1211-Martirano 1242). Primogenito di Federico II e di Costanza d'Aragona, fu nominato, ancora bambino, re di Germania nel 1220.
 
Dichiarato maggiorenne nel 1229, entrò in conflitto con Federico II favorendo la nobiltà tedesca e le rivendicazioni dei comuni lombardi. A capo di una rivolta, fu sconfitto nel 1235. Dopo essersi sottomesso, fu relegato in diverse fortezze dell'Italia meridionale e morì a 31 anni, cadendo in un dirupo e forse suicida, il 10 febbraio 1242.

L'ESPLORAZIONE DEL SARCOFAGO DI ENRICO VII DI HOHENSTAUFEN

L'ESPLORAZIONE DEL SARCOFAGO DI ENRICO VII DI HOHENSTAUFEN
 
Il giorno 4 novembre 1998, nel Duomo di Cosenza, un'équipe di paleopatologi del Dipartimento di Oncologia dell’Università di Pisa guidata dal Prof. Gino Fornaciari ed affiancata dal Prof. Pietro De Leo del Dipartimento di Storia dell’Università della Calabria, ha proceduto all’esplorazione della tomba di Enrico VII.
 
Il magnifico sarcofago di marmo greco del III secolo, riutilizzato in epoca medievale, è istoriato magistralmente, in forma di bassorilievi, con il mito di Meleagro sulla caccia al cinghiale calidonio.

I Misteri di Federico II

I Misteri di Federico II
Tanti sforzi per saperne meno di prima
di Agostino Spataro
 
Nei giorni scorsi, nella Sala del duca di Montalto di Palazzo dei Normanni, sono state presentate alla stampa le risultanze del progetto concernente” Studi, ricerche e indagini sulla tomba di Federico II nella Cattedrale di Palermo”, contenute in tre eleganti volumi stampati a cura dell’assessorato regionale ai Beni culturali e del Centro regionale per il restauro. 
 

Norman Douglas scopre la Lucera saracena

NORMAN DOUGLAS SCOPRE LA LUCERA SARACENA
 
di Teresa Maria Rauzino
 
Innamorato del Sud Italia, il raffinato ed eccentrico scrittore inglese Norman Douglas (Tilquihillie 1868-Capri 1952) decise di fissare la sua dimora nell’isola di Capri. Aveva percorso in lungo e in largo quelle che erano state le regioni della Magna Grecia, dedicando loro alcuni libri famosi. A giudizio di molti critici, “Old Calabria”, resoconto di un viaggio in Puglia, Basilicata e Calabria avvenuto tra il 1907 e il 1911, oltre a essere un longseller, è il miglior libro che uno straniero abbia scritto sul nostro Sud. Fu tradotto in molte lingue, dopo la prima pubblicazione del 1915 a cura della casa editrice londinese Secker.

Individuazione del soggetto in un'opera di Duilio Cambellotti:

 
Nell’atrio della Casina delle Civette in Villa Torlonia in Roma si trova esposto un cartone, proveniente dalla Collezione Cambellotti; tale opera fu prodotta da Duilio Cambellotti intorno al 1911/1912 ed esposta alla Prima Mostra della Vetrata in Roma nel 1912.
Il cartone rappresenta un gruppo di guerrieri armati di lance, scudi ed armature e al cui centro è presente la figura di un bimbo nudo tra le braccia del guerriero centrale.

Pagine