Strinati Alessandro

 

Alessandro Strinati
 
 
Nasce a Foggia nel 1973 e si diploma come Geometra nel 1992. Entrato come Sottufficiale nell’Esercito Italiano, oggi ne ricopre il ruolo apicale nella medesima categoria come Luogotenente; dal 1995 è Tecnico dell’Arma del Genio, occupandosi di infrastrutture militari soprattutto nel Molise e nel nord della Puglia, in particolare nella Piazza di Foggia. Fin da ragazzo rimane affascinato dagli usi e costumi dei periodi storici romano, medievale e napoleonico. Fonda nel 1997 il “Club di Modellismo statico storico Dauno” di Foggia, nel quale ricopre per anni la carica di segretario. Nel 2002, dalle ceneri di altro sodalizio, fonda l’Associazione storico culturale “Imperiales Friderici II” di Foggia, della quale è tuttora presidente: realtà ormai consolidata nel panorama italiano della rievocazione storica che, oltre ad allestire mostre tematiche e partecipare a seminari / incontri culturali e a iniziative gastronomiche con ricette medievali, propone di far rivivere accampamenti e ambientazioni in edifici storici e di rievocare personaggi della Capitanata al tempo degli svevi e dei primi angioini attraverso una corretta ricostruzione di capi di abbigliamento e accessori e di oggetti d’uso quotidiano appartenenti alla cultura materiale dell’epoca (1221-1269).

Come appassionato della storia medievale della Capitanata ha scritto i testi per diverse pubblicazioni, tra le più importanti si ricordano il libro “Adla Magione del Tau – Vestire nel Medioevo” e articoli per le riviste "Rivivere la Storia" e “Rievocare”; vince nel 2012, insieme ad Alessandro De Troia, Walter di Pierro e Michele Giardino, il premio “Augustale d’oro” con il saggio “Presenze Cristiane e musulmane nella Lucera del XIII secolo. Nuove ipotesi e spunti di ricerca”.